Tasca di vitello ripiena

  • Porzione: 6
  • Preparazione : 50 m
  • Cottura: 60 m
  • Pronto in : 1:50 h
Caricamento...
(5 / 5)

Per la tavola delle feste un secondo della tradizione: l’arrosto di vitello farcito con spinaci e salsiccia!

Un arrosto di vitello che sa di festa, di tavole imbandite e grandi affetti. Ecco per voi una ricetta per le grandi occasioni: la tasca di vitello ripiena e arrosto, un secondo piatto secondo me perfetto non solo per le feste comandate ma anche per il gran pranzo della domenica… insomma per tutte quelle volte che vogliamo fare bella figura.

La tasca di vitello ripiena mi riporta in un lampo ai tempi quando a Natale mangiavo nel tavolo dei bambini a casa di mia zia. Spesso la Piera faceva come seconda portata dei secondi natalizi la tasca ripiena ma io al tempo non sapevo di che animale fosse la tasca e nemmeno che cosa ci metteva dentro per farla così buona. Sapevo solo che era una delle cose che più mi piaceva dei suoi pranzi assieme ai peperoni tonnati che serviva come uno dei tantissimi antipasti e a tante altre cose strepitose che non ci stancavamo mai di mangiare.

Così le ho scritto e le ho chiesto di quel saporito ripieno e mi ha risposto con una lista di ingredienti che è poi quella che leggete qui sotto, io per far più mia la ricetta mi sono permesso di aggiungere un tocco verde dato degli spinaci. Se gli spinaci non vi piacciono potete usare la verdura a foglia verde che più preferite: bietole, erbette, cicoria sono anch’esse perfette.

Dove trovare la tasca?

Quando faccio gli arrosti e i piatti importanti vado dal mio macellaio di fiducia vicino a casa che mi prepara una tasca perfetta così una volta a casa dovrò solo preparare il ripieno, chiuderla e cuocerla in forno.

La ricetta della tasca di vitello ripiena con spinaci e salsiccia

Ricetta per 4-6 persone

Ricetta natale - tasca di vitello ripiena

Lista degli ingredienti

  • Per il ripieno
  • Per l'arrosto

Metodo di preparazione

Il ripieno 

Per il ripieno mettete a bagno le fette di pane in cassetta nel latte per qualche minuto e quando sono ben inzuppate strizzatele.
Per un ripieno rustico tritate gli spinaci finemente al coltello e sbriciolate il pane strizzato e la salsiccia dopo averla privata del budello. Per un ripieno più omogeneo frullate questi tre ingredienti - spinaci, pane e salsiccia - in un mixer da cucina.
Riunite in una ciotola gli spinaci, il pane e la salsiccia, le uova, il parmigiano, una presa di sale e una generosa grattugiata di noce moscata e amalgamate il tutto lavorando con le mani per qualche minuto.

La tasca 

Riempite la tasca di vitello con il ripieno facendo attenzione a non eccedere per evitare che si gonfi e fuoriesca durante la cottura.

La chiusura con ago e filo 

Ripiegate i lembi e cuciteli con ago e filo per arrosti in alternativa legate con lo spago da cucina come si fa per gli arrosti tradizionali.

La rosolatura 

Fate scaldare una padella sul fuoco con un filo di olio e uno spicchio di aglio pelato poi rosolate la tasca di vitello farcita per qualche minuto rigirandola in modo da dorarla su tutti i lati. Sfumate con il vino bianco e fate evaporare la parte alcolica quindi eliminate l'aglio e trasferite la carne con il suo fondo di cottura su una pirofila adatta per la cottura in forno.

La cottura in forno 

Cuocete in forno preriscaldato a 160° in modalità ventilata per 50 minuti. A metà cottura bagnate la carne con un mestolo di brodo caldo o poco più.
Terminata la cottura chiudete la carne per 10 minuti in un foglio di carta di alluminio poi fatela intiepidire prima di tagliarla a fette.

Trucchi e consigli

  • Per giocare d'anticipo
    Per quelle volte che dobbiamo prearare un pranzo con tante portate possiamo cucinare questa tasca ripiena anche il giorno prima lasciandola poi raffreddare per poi conservarla per la notte in frigorifero. Il giorno seguente sarà semplicissimo tagliarla a fette e scaldarla assieme al suo fondo di cottura che avrete gelosamente conservato.

  • Il taglio della tasca
    Per tagliare la tasca e per avere delle fette omogenee è bene attendere che si intiepidisca. Per il taglio partite dal lato in cui c'è la chiusura col filo.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

x

Lost Password

Iscriviti alla newsletter!

* indicates required