Gnocco fritto emiliano

  • Porzione: 8
  • Preparazione : 30 m
  • Cottura: 10 m
  • Pronto in : 18:0 h
Caricamento...
(5 / 5)

Una vera e propria delizia soprattutto se accompagnato da buoni salumi e giardiniere spettacolari, ecco come fare lo gnocco fritto!

Lo gnocco fritto emiliano è una di quelle cose che mi mandano fuori di testa. Una di quelle cose che quando ce l’hai davanti finisce subito e ne vorresti di più, sempre di più, fregandotene bellamente del senso della sazietà.

Sono molto legato a questa ricetta emiliana sin da quando ero bambino e con i miei genitori alla domenica si prendeva la macchina per andare a trovare gli amici di Modena. Le domeniche con loro erano delle vere e proprie feste. Ci si radunava tutti in trattoria con le gambe ben comode sotto a tavoli imbanditi con ogni ben di dio locale. Ricordo taglieri di salumi appena affettati, il pesto di lardo e poi tante tigelle e tanti gnocchi fritti roventi.

Seguendo questo mood domenica ho cercato di rievocare questi ricordi. Ho chiamato a raccolta due cari amici e mi sono dedicato alla frittura. La festa emiliana che ricordavo è iniziata proprio nell’attimo in cui ho fatto scivolare nell’olio il primo gnocco, che enorme soddisfazione!

Oggi vi propongo la ricetta dello gnocco fritto emiliano con lievito madre che ho deciso di accompagnare con un buon salame 100% italiano del salumificio Pedrazzoli di Mantova e la mitica giardiniera fine degli amici di HappyMama (qui tutte le ricette che ho realizzato con le loro salse).

Nella tradizione lo gnocco si frigge nello strutto ma nella ricetta che trovate qui sotto vi ho segnato negli ingredienti l’olio di arachidi. Niente paura, se trovate dello strutto buono e fatto come si deve usatelo, verranno degli gnocchi molto ma molto più gustosi. Se volete usare il lievito di birra fresco usatene 8gr. in sostituzione della pasta madre avendo l’accortezza di scioglierlo prima nell’acqua e latte tiepidi.

Ingredients

Step by step method

L'impasto 

Lavorate insieme la farina con il lievito madre, lo strutto e l’acqua e il latte tiepidi. Quando tutti gli ingredienti sono ben mischiati aggiungete anche il sale e continuate ad impastare per almeno 10 minuti al fine di ottenere un panetto liscio. Trasferite la pasta dello gnocco fritto in un contenitore ermetico e riponetelo in frigorifero per 12 ore.

Lievitazione  

Trascorso questo tempo lasciate il contenitore a temperatura ambiente per almeno 3-4 ore. Stendete la pasta lievitata con il mattarello su di un piano leggermente infarinato fino ad ottenere uno spessore di 3-5 mm circa. Tagliate con un coltello delle losanghe della dimensione che più vi piace e passate alla frittura.

La frittura 

Accendete una pentola con abbondante olio di arachidi e portate alla temperatura di 170°. Friggete pochi pezzi per volta per non far abbassare troppo la temperatura dell’olio. Girate gli gnocchi e scolateli su carta assorbente quando ben dorati.

Il servizio 

Servite gli gnocchi fritti ben caldi accompagnati da salumi e salse e come in questo caso da un buon salame tagliato a fette e dalla tipica giardiniera a pezzi degli amici Happy Mama.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

x

Lost Password